Ricette

I canederli di Fabio Campoli

I canederli di Fabio Campoli

Un piatto tipico amato in tutta Italia, basato sul recupero del pane raffermo e insaporito con l’irrinunciabile speck

A cura di
Fabio Campoli

Difficoltà

facile

Quantità per

4 persone

Tempo

60 min.

No

Lattosio

No

Glutine

Ingredienti

  • Pane raffermo, 300 g
  • Uova, 3
  • Farina, 70 g
  • Cipolla, 80 g
  • Latte, 200 ml
  • Speck, 150 g
  • Brodo di carne, 3 lt
  • Burro, 30 g 
  • Prezzemolo
  • Erba cipollina
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale, pepe e noce moscata 

Preparazione

  1. Mettete in un recipiente il pane raffermo tagliato a dadini di circa un centimetro per lato.
  2. Aggiungete le uova sbattute con un pizzico di sale e pepe e il latte.
  3. Mescolate bene e lasciate riposare il composto coperto con pellicola per alimenti in frigorifero per almeno 2 ore. Ricordate di mescolare di tanto in tanto il pane, in modo che l'impasto assorba bene e in modo omogeneo i liquidi.
  4. In seguito, tagliate finemente lo speck e la cipolla. Cuoceteli soffritti in un pentolino con olio extravergine d'oliva e burro.
  5. Quando il pane sarà ben ammorbidito, incorporatevi il soffritto che avrete lasciato raffreddare bene. Aggiungete a seguire il prezzemolo e l'erba cipollina tritati, un pizzico di noce moscata, e infine, cospargetevi sopra un velo di farina.
  6. Mescolate il tutto e coprite il recipiente, lasciando riposare per almeno mezz'ora, in modo che tutti gli aromi si fondano al meglio. 
  7. Utilizzate questo impasto per formare i canederli, ovvero una sorta di grosse polpette, dal diametro di circa 8-10 centimetri. Per evitare che il composto si attacchi troppo alle mani, bagnatele di tanto in tanto in una scodella d’acqua fredda.
  8. Una volta confezionati i canederli, fateli rotolare nella farina bianca e teneteli da parte.
  9. Cuocete i canederli nel brodo bollente tutti insieme, per almeno 15 minuti a fuoco molto basso. Quando verranno a galla, i vostri canederli saranno pronti. 
  10. Serviteli in brodo oppure con burro fuso e salvia, naturalmente ben caldi.

Scritto da Fabio Campoli

Imprenditore e opinion leader del panorama gastronomico, attraverso le sue poliedriche attività incentrate sulla cultura, la promozione, la ricerca e una presenza ininterrotta dal 1998 sulle più note reti televisive italiane e sul web, Fabio Campoli ha coniato un modo di essere chef che si esprime ”in cucina e oltre”.  

Fondatore di Azioni Gastronomiche Srl e direttore della testata Promotori di Gusto, nonché direttore tecnico dei progetti editoriali nazionali Facile Con Gusto e Club Academy,

Fabio Campoli è oggi un affermato professionista che con la propria squadra offre servizi su misura per il mondo della ristorazione, dell’intrattenimento, della formazione, della comunicazione/informazione e della promozione.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altre ricette