Ricette

Farro, cavolfiori e gamberi

Farro, cavolfiori e gamberi

Una minestra salutare, esaltata dal gusto irrinunciabile dei gamberi, dei cavolfiori e del pesto di pomodori secchi

A cura di
Fabio Campoli

Difficoltà

facile

Quantità per

2 persone

Tempo

min.

No

Lattosio

No

Glutine

Ingredienti

  • Farro semiperlato, 100g
  • Acqua, 300ml
  • Cavolfiori colorati, 200g
  • Mazzetto guarnito con erbe aromatiche
  • Cipolla bianca, 50g
  • Carote, 50g
  • Sedano, 50g
  • Pesto di pomodori secchi, 2 cucchiaini
  • Gamberi, 200g
  • Olio extravergine d’oliva, 4 cucchiai
  • Sale, q.b.

Preparazione

  1. STEP 1 - in una pentola versate il farro con l’acqua fredda, coprite con un coperchio e accendete il fornello al minimo, portando il tutto a bollore lentamente, schiumando le impurità dalla superficie di tanto in tanto. Tagliate la cipolla, il sedano e le carote a brunoise e riponeteli In una piccola casseruola con 3 cucchiai d’ olio e il mazzetto guarnito, lasciando cuocere a fuoco dolce con un coperchio per ottenere un fondo cotto a bassa temperatura.
     
  2. STEP 2 - Una volta che il farro sarà pronto, spostatelo dal fuoco e conditelo solo in questo momento con il pesto di pomodori secchi. Poi aggiungete il tutto alla brunoise di verdure cotta, e lasciate cuocere il tutto per 10 minuti, per poi spegnere e lasciar riposare la minestra per almeno 20 minuti. Nel frattempo, lavate e mondate i cavolfiori, poi ricavatene delle piccole cimette con un coltello, in modo da ottenere una misura adatta ad una cottura rapida. Cuocete le cimette di cavolfiori in abbondante acqua bollente salata per alcuni minuti.
  3. STEP 3 - Poco prima di servire, sgusciate i gamberi e rimuovetene il filo intestinale, tagliateli a pezzetti e conditeli con pochissimo sale e 1 cucchiaio di olio. Infine, scottate i gamberi in padella per pochissimi minuti affinché le carni restino morbide, poi aggiungeteli insieme ai cavolfiori colorati precotti nella minestra, lasciandola ribollire per pochissimi minuti. Servite la minestra calda in una fondina, rifinendola con un filo d’olio a crudo.

Scritto da Fabio Campoli

Imprenditore e opinion leader del panorama gastronomico, attraverso le sue poliedriche attività incentrate sulla cultura, la promozione, la ricerca e una presenza ininterrotta dal 1998 sulle più note reti televisive italiane e sul web, Fabio Campoli ha coniato un modo di essere chef che si esprime ”in cucina e oltre”.  

Fondatore di Azioni Gastronomiche Srl e direttore della testata Promotori di Gusto, nonché direttore tecnico dei progetti editoriali nazionali Facile Con Gusto e Club Academy,

Fabio Campoli è oggi un affermato professionista che con la propria squadra offre servizi su misura per il mondo della ristorazione, dell’intrattenimento, della formazione, della comunicazione/informazione e della promozione.

2 Commenti

  1. Robert Thomas Gallinelli 03 maggio 2022 alle ore 18:31

    Grazie mille Chef di esistere, grazie per la vostra chiarezza, nell svolgere le vostre meravigliose ricette ,e dei vostri insegnamenti del buon gusto e delle tradizioni culinarie italiane.Vi porgo i miei più sinceri saluti.

  2. Sara Albano04 maggio 2022 alle ore 08:03

    Grazie a lei di cuore di essere un nostro appassionato lettore. Un caro saluto da Fabio Campoli e il suo staff

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altre ricette