Cibi magici

Credenze, magie e superstizioni in gastronomia… secondo la rivista “La cucina italiana” del 1980

Cibi magici

“I cibi magici”, liberamente tratto da “La cucina italiana”, numero di maggio 1980 della rivista

Cosa si racconta sul fico d’india? E sul finocchio e il finocchietto? E sui funghi e la frutta secca? Scoprite le antiche credenze popolari rivelate da questo ritaglio tratto da una rubrica della rivista “La cucina italiana” del 1980: perché anche gli alimenti celano in sé tante superstizioni e modi di dire!

 

 

Scritto da Sara Albano

Laureata in Scienze Gastronomiche , raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi a Parma (dopo aver frequentato il liceo linguistico internazionale), conseguendo in seguito alla laurea magistrale un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e frequentando infine il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania. Dopo questa esperienza ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl, , dove riesce ad esprimere la propria passione per il mondo dell'enogastronomia e della cultura alimentare in diversi modi, occupandosi di project management in ambito di promozione, eventi e consulenza per la ristorazione a 360°, oltre ad essere referente della comunicazione on e offline di Fabio Campoli e parte del team editoriale della scuola di cucina online Club Academy e della rivista mensile Facile Con Gusto.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli