Il lume sulla tavola

Nato a Firenze nel 1914, Mario Luzi è stato tra le figure letterarie più importanti del Novecento italiano e non solo. Pur avendo avuto una produzione poliedrica (scrittore, saggista, autore di contenuti teatrali ecc.) è quella poetica ad essere la più nota al pubblico. E’ con animo di poeta simbolista ed ermetico che ha trasmesso la profondità delle riflessioni e delle sfumature emotive. portando però non ad una visione intimista individuale, ma aprendo le stesse all’universalità nella condivisione di sensazioni si intime, ma comuni nelle esperienze di vita. La luce è elemento simbolico presente in molte delle sue opere, spesso a rappresentare, a seconda delle sue intensità, il passaggio tra il mondo dell’essere connesso all’oggi ed il mondo del sentire emotivo senza tempo, come quello dei ricordi. In questa poesia, il lume sulla tavola, con la sua luce calda e crepuscolare, riconduce il pensiero all’intimo ricordo di una gioia familiare nell’attimo della condivisione della cena. Il ricordo appartiene al Luzi ma quanti possono dire di non essersi ritrovati  nell’emozione di una simile rievocazione? 

Il lume sulla tavola
 

Il lume sulla tavola
Gli olmi del viale
nell'avanzato autunno
sono d'un giallo caldo,
soffiato in una uguale
nube di piume. La luna
sta dentro appesa; e io rivedo
il lume sulla tavola
che nell'infanzia mia
adunava alla cena
la giovane famiglia.

 

Mario Luzi

Scritto da Letizia Brancato

La curiosità rappresenta l’elemento cardine della sua formazione professionale costituendo il valore aggiunto passionale alla competenza applicata anche in ambiti decisamente pragmatici. Si occupa della consulenza integrata alle aziende contribuendo all’ organizzazione della struttura, alla creazione dei gruppi di lavoro, alla motivazione del team ed alla redazione di business plan.  L’amore per la lettura, il buon cibo, la cucina ed i viaggi ha negli anni alimentato una incondizionata voglia di conoscere e sperimentare consentendole di bilanciare la determinazione del mondo dei numeri (nel quale si è formata) con la magia della scoperta e del costante apprendimento.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi