La truffa è servita

I risultati dei controlli dell’ICQRF parlano chiaro: più di 1 italiano su 5 vittima di frodi alimentari

La truffa è servita

Più di un italiano su cinque (ovvero il 17% della popolazione) sarebbe stato vittima di frodi alimentari nel 2018, cadendo nella trappola dell’acquisto di cibi falsi se non avariati e alterati, con possibili conseguenze anche per la propria salute.

E’ quanto affermato da Coldiretti nel corso del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione tenutosi recentemente a Cernobbio, sulla base dei risultati operativi di circa venticinquemila controlli effettuati nei soli primi otto mesi dell’anno dall’ICQRF (Ispettorato Centrale Repressione Frodi).

Dai prodotti enologici a quelli biologici, dall’ortofrutta all’olio extravergine, toccando persino cereali e conserve, le notizie di reato nel settore agroalimentare fanno registrare un preoccupante balzo in avanti del 58%.

Quasi un “sentore” dunque quello dei cittadini italiani, che per l’88% hanno affermato di provare sentimenti di preoccupazione mentre fanno la spesa al supermercato, alla sola idea di poter incorrere in prodotti alimentari pericolosi per la salute.

Sotto accusa finiscono soprattutto i cibi low cost e primo prezzo, che riscuotono sempre più successo tra i consumatori italiani a causa delle difficoltà economiche di molti; ma al loro interno spesso si nasconde l’uso di ingredienti di bassa qualità e dei metodi di produzione alternativi, che a volte servono proprio a mascherare le illegalità.

Fonte: teleborsa.it

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli