Frutta secca per la buona salute

Recenti studi elevano la deliziosa frutta a guscio come valido aiuto per la prevenzione di malattie cardiovascolari e diabete

Frutta secca per la buona salute

Cosa si cela in una manciata di frutta secca a guscio?

Chi di noi non si sarà posto almeno una volta questa domanda, inebriato dal sapore e dalla croccantezza di queste piccole delizie di natura, e tentato dal mangiarne a volontà? 

La risposta è stata indicata, con numeri e percentuali derivanti da un ampio studio pubblicato  nel 2017 su BMC Medicine, da una equipe di epidemiologi ed esperti di salute pubblica dell’Imperial College di Londra e della University of Science and Technology norvegese.

La meta-analisi ha preso in esame 29 studi internazionali che complessivamente hanno coinvolto oltre 800 mila persone, per concludere che una dose quotidiana di 20 grammi di frutta a guscio – in particolare di noci o nocciole, ma anche arachidi – si assocerebbe a una riduzione pari al 30% della probabilità di andare incontro a malattie coronariche, al 15% di ammalarsi di cancro, e al 22% di rischio di decesso prematuro. 

Inoltre, la frutta secca sembrerebbe anche associata ad un abbassamento del rischio di insorgenza del diabete: una ricerca, portata avanti quest’anno da due diversi studi in parallelo, e pubblicata sul Journal of Metabolic Syndrome and Related Disorders, si è concentrata in particolare sulle mandorle. 

I risultati hanno rivelato non solo un miglioramento dei parametri della salute del cuore in seguito al consumo di mandorle intere crude, ma anche la loro utilità per i pazienti affetti da diabete di tipo 2. Infatti, sembra che 60g di mandorle al giorno aiutino a mantenere più bilanciati i livelli di zucchero ematico. 

Ma attenzione: questo non significa che dobbiamo considerare la frutta secca una medicina, perché a fare bene e ad abbattere il rischio di ammalarsi non sarebbe solo frutta secca di per sé – decisamente calorica e per questo da mangiare sempre e comunque in piccole quantità - ma il fatto che chi la mangia regolarmente sostituisce con questo alimento prodotti meno sani, come merendine, biscotti e dolciumi.

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff alla costante ricerca di informazioni utili e notizie attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli