Assaggiamo il kiwano!

Un frutto esotico dall’aspetto bizzarro e dall’elevato contenuto di sali minerali, sempre più presente nei nostri supermercati

Assaggiamo il kiwano!

Nasce in Africa ed emigra in Australia. Oggi lo troviamo in bella mostra sui banchi dei supermercati più forniti, a far compagnia agli altri frutti esotici. Si chiama kiwano e il suo aspetto, piuttosto bizzarro, induce curiosità e qualche volta diffidenza. Proviamo allora a fornire qualche informazione utile a chi avesse voglia di acquistarlo.

E’ il frutto di una pianta rampicante africana, appartenente alla famiglia delle cucurbitacee, la stessa di meloni, cetrioli, zucchine e cocomeri.

Arriva in Oceania negli anni Trenta e riceve il nome che conosciamo, per la sua somiglianza, una volta tagliato, con il kiwi. In realtà, esternamente appare molto diverso: ha una singolare “buccia” giallo-arancio, piuttosto coriacea, che presenta una superficie coperta di punte. Ad una prima occhiata potrebbe far pensare ad un grande confetto riccio.

E’ la polpa l’elemento che l’accomuna al kiwi, poiché è succosa, verde e piena di semi. Il suo sapore, non molto intenso, è un mix tra quello della banana e quello del cetriolo; quanto alle sue proprietà è sicuramente rinfrescante, poiché ricco di acqua, remineralizzante, antinfiammatorio ed antiossidante.

Lo si considera anche un energizzante, proprio per il suo contenuto ricco di sali minerali.

Nelle regioni aride dell’Africa è utilizzato, soprattutto nei periodi di siccità, come fonte di liquidi. Sempre in Africa, lo consumano anche intero, dopo averlo cotto, alla griglia o in acqua (la sua buccia contiene molta vitamina C). Aprirlo richiede qualche cautela, proprio per la presenza degli “aculei” sulla parte esterna.

Fate dunque attenzione, la stessa che serve per pulire i fichi d’India, ma non privatevi della possibilità di assaggiare questo frutto esotico.

La sua polpa è ottima nelle insalate, come anche nelle creme di vario genere, negli yogurt e nelle macedonie, ma è utile anche per preparare delle bevande dissetanti e assolutamente indicate durante la stagione calda, per riequilibrare i sali minerali. Chi pratica sport tenga presente le sue percentuali di magnesio, potassio, calcio, ferro, e vitamine. Elementi indispensabili per il tessuto muscolare e non solo.

Il kiwano possiede inoltre proprietà che lo rendono prezioso in quanto capace di ridurre lo stress, favorire la digestione e rallentare l’invecchiamento. Il suo impiego inoltre, sarebbe un giovamento anche per il metabolismo e la vista. Quindi, la prossima volta che acquisterete della frutta, non lasciatevi sfuggire il suo assaggio!

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli