Il minestrone

Una poesia in cui Lidia Guerrieri esalta la ricetta del minestrone non esimendosi dal dispensare consigli per la sua buona preparazione

Il minestrone

Il minestrone

E lode magna vada al minestrone,
nei tempi da ogni gente ricercato
per facile e veloce digestione,
in quanto piatto sano e delicato.
Con quell’aroma è fuori discussione
che adatto sia a un palato raffinato
se fatto con verdure contadine
non surgelate dentro le bustine!
Sedano con cipolla in trito fine
soffriggi piano in olio, e quando è d’oro
aggiungi le carote a rondelline
qualche foglia di bieta, il pomodoro,
patate, porro, e, dopo, le zucchine
con fagioli e piselli per coloro
che vogliono un mangiare sostanzioso
ed in eccelso grado appetitoso.
Se sei disappetente oppur goloso
potresti rosolarci un po’ di lardo
che dia profumo e gusto delizioso,
ma poco, sempre meglio aver riguardo
per la salute del flusso arterioso
se vuoi arrivare ad essere un vegliardo.
Cuoci con cura e mesta senza fretta
e la minestra ne uscirà perfetta.

Lidia Guerrieri

Scritto da Sara Albano

Laureata in Scienze Gastronomiche , raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi a Parma (dopo aver frequentato il liceo linguistico internazionale), conseguendo in seguito alla laurea magistrale un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e frequentando infine il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania. Dopo questa esperienza ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl, , dove riesce ad esprimere la propria passione per il mondo dell'enogastronomia e della cultura alimentare in diversi modi, occupandosi di project management in ambito di promozione, eventi e consulenza per la ristorazione a 360°, oltre ad essere referente della comunicazione on e offline di Fabio Campoli e parte del team editoriale della scuola di cucina online Club Academy e della rivista mensile Facile Con Gusto.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli