In cucina con la pastinaca

Pastinaca: un ortaggio da gustare in tante ricette, dai primi ai secondi di carne e in insalata. Scopriamo insieme i migliori abbinamenti

In cucina con la pastinaca

La pastinaca è un ortaggio utilizzato in cucina da innumerevoli secoli, imparentato e molto simile alla carota, dalla quale si distingue per il suo colore bianco crema. Dal caratteristico sapore dolce e leggermente zuccherino, fu importata in Europa dagli antichi Romani.

La pastinaca può raggiungere fino a 35 cm di lunghezza, e nella sua parte superiore i 9 cm di diametro. Emana un profumo molto simile a quello del sedano, mentre il gusto ricorda quello della noce. La varietà migliore è quella invernale, che si raccoglie dopo le prime gelate: durante questo periodo, infatti, il freddo agisce sugli amidi della radice trasformandoli in zuccheri, rendendo l’ortaggio davvero delizioso. Dal punto di vista nutrizionale, la pastinaca contiene molti più sali minerali e vitamine della classica carota. Inoltre, è particolarmente ricca di acido folico e potassio ed è un’ottima fonte di fibre. 

Potete trovarla presso i banchi di ortofrutta ben forniti delle vostre città. Prediletta nei Paesi del Nord Europa per preparare zuppe e minestre, è possibile considerarla anche come un sostituto dalla patata, anche se rispetto a questa, oltre ad essere cotta e cucinata, può consumata cruda, grattugiata o tagliata a julienne e o mangiata in pinzimonio insieme ad altri ortaggi. La pastinaca, proprio come le patate, è inoltre ottima cotta al forno o fritta in chips o bastoncini.

Pastinaca & Cavolo verza: le note dolci, aromatiche e fresche della pastinaca saranno ideali per incontrare pietanze a base di cavolo verza, ad esempio sotto forma di minestrone o passato (ottimo da aggiungere anche in un risotto), oppure ottenendo un purè di pastinaca da arricchire e utilizzare per farcire le foglie di verza sbollentate.

Pastinaca & Selvaggina: la pastinaca è perfetta per essere portata in tavola come gustoso contorno che sia cotta sauté a listarelle o a julienne, unita ad un purè di patate per conferirgli nuovo sapore, o ancora tagliata a tocchettoni e cotta al forno. E’ ottima per l’abbinamento soprattutto con le carni di selvaggina, aiutando ad ammorbidire le loro note di gusto decise, ma anche con quelle di agnello o per carni di razze bovine particolarmente saporite, come la Piemontese.

Pastinaca & Funghi: che si tratti di un gratin al forno, o di un buon piatto di verdure stufate, o che si scelga di fare la gioia delle papille gustative concedendosi una buona frittura (della pastinaca in pastella e dei funghi impanati con uova e pangrattato), l’accostamento dei più aromatici figli del bosco con questa radice e il suo retrogusto dolce e di noce

Pastinaca & Pera: se preferirete provare la pastinaca cruda in insalata, sarà speciale per incontrare le pere Williams o Coscia poco mature e tagliate a fettine sottilissime e altri ortaggi dalle note di gusto fresche, come l’insalata iceberg, il cavolo cappuccio bianco, i fagiolini, le carote gialle.

Photo made in AI

Scritto da Sara Albano

Laureata in Scienze Gastronomiche , raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi a Parma (dopo aver frequentato il liceo linguistico internazionale), conseguendo in seguito alla laurea magistrale un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e frequentando infine il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania. Dopo questa esperienza ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl, , dove riesce ad esprimere la propria passione per il mondo dell'enogastronomia e della cultura alimentare in diversi modi, occupandosi di project management in ambito di promozione, eventi e consulenza per la ristorazione a 360°, oltre ad essere referente della comunicazione on e offline di Fabio Campoli e parte del team editoriale della scuola di cucina online Club Academy e della rivista mensile Facile Con Gusto.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli