L’acqua… aromatica

In estate, soprattutto, diventa fondamentale assicurare il giusto apporto idrico ed ecco dunque che accanto alle classiche bevande dolci e zuccherate, ci vengono in aiuto le acque cosiddette detox o aromatizzate, che nascono da una antica concezione (che risale addirittura agli Egizi e ai Greci) secondo cui il nostro corpo, producendo continuamente tossine, necessita di un costante processo di purificazione.

La tendenza ad assumere acque detox è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni. Queste acque sono infatti leggere, colorate, profumate, gustose e benefiche per il nostro organismo. Si tratta infatti di bevande sane, realizzate con ingredienti naturali di ottima qualità, ottenute lasciando in infusione a freddo, per un tempo che va dalle 4 alle 12 ore, frutta, verdura (cetrioli, pomodori, carote, sedano, barbabietole) ed erbe aromatiche rigorosamente fresche (menta, basilico, timo, zenzero, rosmarino, cannella). Il processo di infusione permette infatti di ottenere un prodotto semplice ma con tutti i benefici degli ingredienti utilizzati.

Maggiore è il tempo di infusione, maggiore e più accentuato sarà il gusto che assumerà la nostra acqua. Queste rappresentano una ottima alternativa all’acqua pura, che sia non alcolica, ma rinfrescante, dissetante e salutare. Con le acque detox  si può fare un pieno di nutrienti importanti, perché la frutta e la verdura macerate liberano vitamine e antiossidanti, non contengono zuccheri o dolcificanti aggiunti, sono naturalmente prive di coloranti e di calorie. Chiamatele dunque acque aromatizzate, detox, fruit detox, infusing water, detox water, acque vitaminiche, comunque saranno buone, fresche e dissetanti, economiche e perfette per le calde e afose giornate estive!

E’ necessario solo scegliere gli ingredienti che più ci piacciono, metterli in infusione (preferibilmente in contenitori di vetro) e lasciarli riposare per una notte per poi godere di tutti i benefici e le proprietà della frutta e verdura utilizzata. E’ consigliabile usare acqua minerale o filtrata, oligominerale (per aumentare la capacità drenante) e, volendo, si può utilizzare anche acqua frizzante soprattutto quando fa molto caldo e si sente un maggiore bisogno di dissetarsi.

Frutta e verdura devono essere fresche e preferibilmente di stagione, lavate accuratamente e tagliate per aiutare la fuoriuscita di vitamine, sali minerali e aromi; le spezie vanno lasciate preferibilmente integre e le foglie delle erbe aromatiche intere. Togliere sempre tutti gli ingredienti dopo il tempo di infusione perché potrebbero marcire e sviluppare carica batterica. Per tutte, vale sempre la regola di berle entro un paio di giorni e di conservarle rigorosamente in frigorifero.

Un’idea in più è quella di aggiungere all’acqua della frutta congelata in cubetti di ghiaccio, in questo modo oltre al gusto anche l’effetto scenografico sarà sorprendente! La quantità di frutta e verdura da utilizzare variano in base all’intensità del colore e dell’aroma che si desidera, una buona proporzione di partenza è di circa 200 grammi di frutta o verdura per un litro di acqua, da aumentare o diminuire in base alle proprie preferenze. Per chi proprio non potesse farne a meno, si consiglia di dolcificare con un po' di miele o stevia.

Vediamo qualche consiglio su quali mix di ingredienti utilizzare per preparare ottime acque aromatizzate.

  • Limone, lime, cetriolo, zenzero e menta, per una acqua depurativa drenante e rinfrescante;
  • lamponi, limone e rosmarino o mela e cannella, per un’acqua digestiva;
  • susine, albicocche, prugne e lime, per la versione rimineralizzante;
  • pesche e more o mirtilli, lamponi, more menta e rosmarino, per la versione dissetante e super colorata;
  • mango e zenzero, per un’acqua energizzante diuretica e dal potere antinfiammatorio;
  • melone, lime e ginseng, per una versione rinfrescante e antistress;
  • the verde, menta e lime per bruciare i grassi, migliorare la digestione, alleviare il mal di testa;
  • fragole e kiwi, per una acqua super vitaminica e rinforzante il sistema immunitario;
  • ananas e salvia, per un effetto detox;
  • melone e anguria, per un effetto dissetante e drenante;
  • carote, sedano e finocchio, per una versione rilassante, digestiva e dal potere sgonfiante;
  • more e pompelmo rosa, per un’acqua depurativa e antiossidante.

Ora non resta che sperimentare il vostro abbinamento preferito e gustare la vostra acqua aromatizzata…ce ne è davvero per tutti i gusti!

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff alla costante ricerca di informazioni utili e notizie attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi