Brr…che rivincita!

Crescita generale per il mercato dei surgelati in Italia, nel nome della praticità e della qualità

Brr…che rivincita!

Gli anni successivi al 2016 sono andati a configurarsi come anni della ripresa per molti prodotti afferenti a diversi comparti dell’alimentare: tra questi figurano anche i surgelati, di cui ancora oggi spesso quasi si “evita” di parlare, quasi come si trattasse di un argomento riguardante esclusivamente prodotti di bassa qualità. In realtà studi e dati recentissimi stanno dimostrando esattamente il contrario, accanto ad una crescente richiestadi questi prodotti da parte dei consumatori, che ne prediligono l’acquisto soprattutto nei supermercati (ed il successivo consumo domestico). 

Solo nel 2017, il mercato dei prodotti frozenha registrato un tasso di crescita del 2% rispetto all’anno precedente: è quanto emerge dal Rapporto annuale sui Consumi dei prodotti surgelati in Italia, realizzato da IIAS (Istituto Italiano Alimenti Surgelati). Un dato che si traduce nell’acquisto di circa 841.500 tonnellatedi prodotti surgelati, con vendite top per i prodotti ittici (+5%) seguiti dalle pizze e dagli snack (+2,1%)e dai vegetali (+1,8%)

In questo quadro sale anche dunque il consumo pro capite annuo, che si attesta sui 13,9 kg nel nostro paese, con ben il 95,5% di famiglie italiane che dichiara di consumare prodotti surgelati. E benché la crescita denotata sia generale, il successo colpisce in particolare i dati di vendita dei piatti-ricettae delle patatine fritte.

In salita sembrerebbe anche l’acquisto di surgelati tramite vendita porta a porta. Gli unici segmenti che frenano, invece, sono quelli dei prodotti surgelati a base di carne e di paste semi-lavorate. 

Un fenomeno, quello del boom di queste referenze, dovuto in buona parte all’abilità delle aziende produttrici, che negli ultimi anni si sono dimostrate ben più che all’altezza per quanto concerne la proposta ai consumatori di nuove referenze, che rispondono alle sue nuove richieste sia in termini di benessere che di praticità.

Crescono infatti i premi dei “migliori prodotti dell’anno” nel comparto frozen, grazie anche ad una sempre più comprovata alta qualità organolettica e nutrizionale.

Inoltre, non bisogna sottovalutare che i  prodotti surgelati rispondono validamente anche al problema degli sprechi alimentari.

 

Fonte: foodweb.it 

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli