Contro la minestra

Apri, o canora Musa, i boschi di Elicona,

E la tua cetra cinga d’alloro una corona.

Non or d’Eroi tu devi, o degli Dei cantare,

Ma solo la Minestra d’ingiurie caricare.

Ora tu sei, Minestra, de’ versi miei l’oggetto,

E dir di abbominarti mi apporta un gran diletto.

Ah se potessi escluderti da tutti i regni interi;

Sì certo lo farei contento, e volentieri.

O cibo, invan gradito dal gener nostro umano!

Cibo negletto, e vile, degno d’umil villano!

Si dice, che risusciti, quando sei buona i morti;

Ma oh detto degno d’uomini invero poco accorti!

Or dunque esser bisogna morti per goder poi

Di questi benefici, che sol si dicon tuoi?

Non v’è niente pei vivi? sì mi risponde ognuno;

Or via sù me lo mostri, se puote qualcheduno.

Ma zitto, che incomincia furioso un certo a dire;

Presto restiamo attenti, e cheti per sentire.

E dir potrete vile un cibo delicato,

Che spesso è il sol ristoro di un povero malato?

Ah questo è uno sproposito, che deve esser punito,

Acciò che mai più possa esser da alcun sentito.

 

È ver, ma chi desidera la Dio mercè esser sano

Deve lasciar tal cibo a un povero malsano.

Piccola seccatura vi sembra ogni mattina

Dover mangiare a mensa la cara minestrina?

Levatevi, o mortali, levatevi d’inganno,

Lasciate la minestra, che se non è di danno,

È almen di seccatura. Ora da te, mia Musa,

Sia pur la selva opaca del tuo Elicone chiusa.

Io forse da qualcuno talor sarò burlato,

Ma non m’importa bastami, d’essermi un po’ sfogato.

Giacomo Leopardi (1798-1837) - Testo che pare essere stato pubblicato la prima volta su alcune riviste nel 1937

Scritto da Elena Stante

Laureata in Matematica nel 1981 presso l’Università degli Studi di Bari, dal 1987 insegna Matematica e Fisica presso il Liceo Ginnasio Aristosseno di Taranto .

Ha partecipato ai progetti ESPB, LabTec, IMoFi con il CIRD di Udine e a vari concorsi nazionali e collabora, con la nomina di Vice Direttore, alla rivista online Euclide, giornale di matematica per i giovani.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi