Cos'è il pandano?

Una nuova verde tendenza esotica in cucina, tutta da scoprire e provare: scopriamo insieme cos'è il pandano

Cos'è il pandano?

Nigella Lawson, la celebre giornalista e conduttrice televisiva britannica, lo ha definito il “nuovo tè matcha”, mandando in visibilio tutti i suoi followers – i quali, già ai tempi in cui consigliò loro di spalmare l’avocado sul pane per toast, fecero registrare un’impennata nelle vendite di questo frutto tropicale.

E siamo certi che presto sentiremo anche i più creativi chef italiani parlarci del pandano: una pianta tipica della foresta pluviale di cui esistono 600 varietà, ma quella più utilizzata a scopi gastronomici è di certo il Pandanus amaryllifolius.

L’interesse di cuochi e foodies si concentra soprattutto sulle sue foglie, utilizzate in molti piatti delle cucine orientali – thailandese, malese, vietnamita, indonesiana: sono speciali per aggiungere sapore alle pietanze salate, ma soprattutto per addolcire, con il loro aroma che ricorda la mandorla e la vaniglia, i dessert e le bevande.

Ma il pandano non suscita curiosità esclusivamente per il suo sapore esotico da scoprire, dal momento che possiederebbe proprietà benefiche largamente prese in considerazione dagli abitanti dell’Asia tropicale, da quelle antidolorifiche, a quelle lassative, curative delle scottature e anti-stress.

E’ possibile reperire questo prodotto sia in polvere, da aggiungere direttamente alle pietanze, sia in forma di foglie fresche, sia nei negozi orientali che in numerosi e-shop sul web, con le quali ci si potrà divertire a creare involtini, reti, cestini secondo la propria fantasia culinaria. Preparatevi però ad una spesa non troppo contenuta, dal momento che 100g di foglie di pandano possono costare tra 8 e 10 euro.

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff alla costante ricerca di informazioni utili e notizie attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi