Pesce, un amore tutto italiano

Siamo primi in Europa per consumo di prodotti ittici, con una media di ben 28kg pro capite consumati ogni anno

Pesce, un amore tutto italiano

In occasione della Giornata Mondiale della Pesca, occasione a fine novembre con la 28° edizione dell’assemblea delle Associazioni europee dei trasformatori e importatori di pesce, nel corso di un convegno organizzato in collaborazione con l’ANCIT (Ass.Naz. Conservieri Ittici e delle Tonnare) e l’Associazione Italiana Industrie Alimentari,  sono emersi dati importanti riguardo il mercato ittico in Italia

Infatti, quest’anno l’Italia si posiziona al primo posto tra i paesi dell’Unione per consumo di pesce, con una media di 28kg pro capite consumati annualmente (dati che mostrano un aumento del 2% rispetto a quelli dello scorso anno). Merito non solo però del comparto del fresco, ma anche dell’industria conserviera, soprattutto del tonno, che nel 2017 ha registrato consumi nazionali pari a 155.000 tonnellate, per un valore di oltre un miliardo di euro.

Quasi 1 italiano su 2 mangia tonno in scatola almeno una volta a settimana, sia per la facilità e velocità di consumo, sia perché ormai ben consapevole dei suoi valori nutrizionali. 

Cresce anche la richiesta di prodotti ittici surgelati: secondo i dati Ismea, gli italiani mangiano pesce surgelato 1 volta su 5. E Vittorio Gagliardi, presidente dell'Istituto Italiano Alimenti Surgelati, non ha dubbi nel ricordare che questo ha le stesse proprietà nutrizionali di quello fresco, purché venga rispettata la catena del freddo, mantenendo sempre il prodotto a una temperatura pari o inferiore a -18 °C dal confezionamento alla tavola.

 

Fonte: Ansa

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli