Ricette

Calamari fritti in nero

Calamari fritti in nero

I calamari si vestono di una pastella nera arricchita con riso Venere e croccantissima in frittura!

A cura di
Fabio Campoli

Difficoltà

facile

Quantità per

4 persone

Tempo

min.

No

Lattosio

No

Glutine

Ingredienti

  • Calamari, 600 g
  • Riso venere, 100g
  • Farina, 200 g
  • Farina “00“, 100 g
  • Acqua ghiacciata
  • Farina per infarinare
  • Olio per friggere
  • Sale

Preparazione

  1. Lavate i calamari, staccate la testa, estraete la penna di cartilagine trasparente, le interiora e lavateli bene sotto l’acqua corrente. Eliminate la pelle e rimuovete anche le pinne esterne. Eliminate il dente centrale nella testa e gli occhi, lavate bene nuovamente e lasciate sgrondare i calamari in uno scolapasta. Poi tagliateli ad anelli spessi 1 cm e riponeteli in frigorifero.
  2. Versate in un robot da cucina il riso nero, e lasciatelo frullare fin quando non ne risulterà una farina abbastanza fine. Versate questa farina di riso nero in un recipiente unendovi la farina 00, un pizzico di sale e l’acqua ghiacciata quando basta ad ottenere una pastella abbastanza densa.
  3. Prima di friggere, riponete i calamari per 10 minuti in congelatore, poi tirateli fuori e spolverateli con la farina bianca, lasciandoli riposare almeno 5\10 minuti, affinché la farina si reidrati dando luogo ad un perfetto “collante”.
  4. Scaldate abbondante olio per friggere in una casseruola, e una volta ben bollente, immergete i calamari infarinati nella pastella nera e lasciateli friggere pochi minuti, finché non saranno croccanti. Scolateli su una carta assorbente, salate e servite.

Scritto da Fabio Campoli

Fondatore dell’azienda Azioni Gastronomiche e della testata giornalistica on-line Prodigus (Promotori di Gusto), Fabio Campoli è oggi affermato consulente per aziende ed esercizi ristorativi italiani ed esteri, nonché autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici, consulente per l’industria cinematografica e food designer, pluripremiato in ambito culinario e comunicativo.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi