Sesto, gola

Mario dell'Arco dedica versi brevi ma intensi al momento in cui si pregusta il pasto, rendendo emozione il taglio con il coltello

Sesto, gola

Sesto, gola 

Come affonna er coltello ner filone, 
passeno avanti all’occhi, 
tacchie de provolone, 
rocchi de lonza e la ricotta a tocchi. 
Sò presenti all’appello 
In trentadue li denti, 
companatico er tajo der coltello. 

Mario dell’Arco 

Tratto da AA.VV., L’Apollo buongustaio, almanacco gastronomico per l’anno 2013 (Stampato da Poligrafica Laziale Frascati Srl)
 

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli