La decadenza dei cuochi

Per visualizzare il contenuto è necessario autenticarsi.

 Accedi
oppure
 Registrati

Laoreet dolore magna aliquam erat volutpat ut, wisi enim ad minim veniam quis nostrud exerci. Consequat duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse? Nonummy nibh euismod tincidunt ut tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut? Ex ea commodo molestie consequat vel illum dolore eu feugiat. Nunc putamus parum claram anteposuerit litterarum formas humanitatis per seacula quarta decima et.

Nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex. Laoreet dolore magna aliquam; erat volutpat ut wisi? Est usus legentis in iis qui facit eorum claritatem Investigationes demonstraverunt lectores legere. Nulla facilisi nam, liber tempor cum soluta nobis eleifend.

Ii legunt saepius claritas est etiam processus dynamicus qui sequitur. Nunc putamus parum claram anteposuerit litterarum formas humanitatis; per seacula quarta decima et quinta decima? Me lius quod mutationem consuetudium lectorum mirum est.

Laoreet dolore magna aliquam erat volutpat ut, wisi enim ad minim veniam quis nostrud exerci. Consequat duis autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse? Nonummy nibh euismod tincidunt ut tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut? Ex ea commodo molestie consequat vel illum dolore eu feugiat. Nunc putamus parum claram anteposuerit litterarum formas humanitatis per seacula quarta decima et.

Nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex. Laoreet dolore magna aliquam; erat volutpat ut wisi? Est usus legentis in iis qui facit eorum claritatem Investigationes demonstraverunt lectores legere. Nulla facilisi nam, liber tempor cum soluta nobis eleifend.

Ii legunt saepius claritas est etiam processus dynamicus qui sequitur. Nunc putamus parum claram anteposuerit litterarum formas humanitatis; per seacula quarta decima et quinta decima? Me lius quod mutationem consuetudium lectorum mirum est.

Scritto da Martina Campoli

Diplomata al Liceo Artistico, appassionata di arte e di architettura, dopo alcuni anni passati nel mondo della progettazione architettonica, spinta da una grande passione per la cucina tramandatagli dalla nonna paterna e dalla madre, inizia il suo percorso frequentando la scuola di pasticceria Aromacademy e lavorando come aiuto cuoca a Roma e nel Chianti, per poi approdare presso Campoli Azioni Gastronomiche nel 2017.

2 Commenti

  1. Patrizia Sebeti26 ottobre 2019 alle ore 21:57

    Concordo pienamente con l'autrice dell'articolo!!! Oggi sembra tutto facile ed alla portata di tutti...ma in realtà la strada è lunga e quasi sempre in salita per cui ci vuole grande impegno grande fatica e grande passione e soprattutto bisogna conoscere le tradizioni altrimenti come dice Chef Campoli si cuoce e non si cucina!!!!

  2. Pasquale Rinaldo 27 ottobre 2019 alle ore 16:31

    Bhe Condivido pienamente Cio che è scritto. E ci vorrebbe proprio un disciplinare di gradi Come per le forze armate Noi cuochi che non abbiamo nemmeno una classe di appartenenza. Spesso siamo operai.. Condivido pienamente, spesso così impegnati che ci dimentichiamo che se non cuciniamo per un giorno per fortuna non muore nessuno. Come sempre ci vuole O meglio ci vorrebbe un giusto equilibrio Ma che lo stesso non può appartenere a chi vola in alto... Complimenti a tutto lo staff..

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi